Dialettica di un periodo di transizione dal nulla al niente

Dialettica di un periodo di transizione dal nulla al niente - www.liberonweb.itPikachu è il Pokémon numero 25; usa l’energia elettrica ed è ghiotto di noccioline. A Pikachu somiglia molto, anche fisicamente, Stepan Arkad’evič Michajlov, detto Stëpa; l’aspetto pingue e bonario gli conferisce un’aria quasi ebete, ma questo non è che il suo più efficace mascheramento: Stëpa è il fondatore ed il direttore della Sanbank, che si occupa di reinvestire e riciclare denaro sporco, prima per la malavita cecena, poi per gli oligarchi che l’hanno sgominata.
I suoi investimenti azzardati ed in controtendenza, mostratisi poi fruttuosi, gli hanno costruito una fama di abile investitore, conoscitore luciferino dei più reconditi meccanismi del mercato. In realtà Stëpa è un bonaccione un po’ tonto, perdipiù ignorantissimo in materia di mercati finanziari. Il criterio in base al quale guida la sua banca è il numero 34, con il quale ha stretto un’alleanza sin da piccolo: se nei documenti relativi ad una qualche operazione finanziaria compare il 34 si affretta a concluderla, viceversa la tronca se dovesse scorgervi la sua nemesi, il 43.
E Pikachu? Ci arriviamo. I Pokémon, e Pikachu in particolare, sono l’ossessione privata di Mjus, segretaria di Stëpa nonché sua amante, che imita il proprio alter-ego Meowth (Pokémon numero 52) persino nella pettinatura.
In un vortice di assurdi guru sinozentaoisti, tatari allucinati in cerca di conversione, fratelli mafiosi ceceni, pupazzi televisivi post-sovietici nouvelle régime, cavalieri jedi dei servizi segreti e soprattutto manifestazioni dell’arcinemico 43, sotto le spoglie di un banchiere rivale con bislacche perversioni asinine, si approssima il 43esimo compleanno di Stëpa, che potrebbe segnare la fine di tutto.

DPT(NN) - wikipedia.org

Se non è il primo post che leggete sul mio blog, non avrete difficoltà ad indovinare quali ragioni mi abbiano indotta a scegliere proprio questo libro. Dico io, guardate la copertina: è bellissima! XD Anche più bella di quella originale (che pure non è male…). Pure il titolo mi ispirava, così l’ho pescato dallo scaffale e me lo sono portato a casa.

Non è che sia un granché. Si può ipotizzare che Pelevin abbia voluto ritrarre l’ambiente affaristico-speculativo emerso in Russia dopo la fine dell’URSS facendone risaltare la contiguità con i vertici dell’establishment e la criminalità organizzata (realtà perlopiù coincidenti), e soprattutto il suo totale nonsenso.

Senza aver letto la quarta di copertina (che con previdente senso del marketing sorvola su tutta la questione del 34 che è il leit-motiv di tutta la faccenda), però, il romanzo ricorda più un articolato delirio.

Ma non è che sia nemmeno tanto male. Credevo fosse bruttino, ma il paragone con quello che sto legendo adesso (per la cronaca: Jeanette Wilson, Powerbook, Mondadori) me l’ha fatto rivalutare, fissando anche una nuova unità di misura dello schifo.
Ben mi sta per aver voluto mettere da parte il mio snobismo ed essermi data alla lettura di autori contemporanei. Continuo a ritenere che il certificato di morte sia una garanzia, se non per me almeno per loro.

Autore: Viktor Olegovič PELEVIN (Виктор Олегович Пелевин)
Editore: Mondadori   Anno: 2007 (Edizione originale: 2003)   272 pagg.
Titolo originale: DPP(NN) – Dialektika Perechodnovo Perioda iz Niotkuda v Nikuda (ДПП (NN) / Диалектика переходного периода из ниоткуда в никуда )
Traduttrici: Catia Renna e Tatiana Olear
ISBN: 978-88-04-53920-9

Annunci

4 thoughts on “Dialettica di un periodo di transizione dal nulla al niente

  1. ciao! vedendo che tu hai letto la Dialettica, volevo chiederti, per caso nella raccolta è presnet eun racconto che si intitola “un ricostruttore” o qlc del genere? oppure sai se è già stato tradotto ed è presente in un altra raccolta? grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...