L’ultimo scalo del Tramp Steamer

L'ultimo scalo del tramp streamer - www.liberonweb.itQuando la bibliotecaria mi ha messo il libretto in mano, così piccolo, mi sono chiesta come potesse racchiudere il sogno fatale, complesso e vago a cui allude la quarta di copertina.

Nel suo girovagare da un porto all'altro al seguito del suo lavoro, a Mutis-narratore capita più di una volta di incrociare la rotta di un vecchio Tramp Streamer scalcinato, l'Alciòn, cadente al punto di dare l'impressione di essere lì lì per cedere da un momento all'altro. Gli rimane impresso come un'immagine melanconica, quasi fantasmatica, eppure la resistenza della vecchia nave gli ispira simpatia.
A bordo di un traghetto conosce fortuitamente Jon Iturri, il quale gli racconta le circostanze nelle quali era diventato capitano del vecchio Alciòn e di come avesse perso, insieme alla nave andata a picco tra le mangrovie, il suo ultimo grande amore; non gli era rimasta da vivere che una esistenza dimidiata, alla deriva.

Bene, ecco: io non ci credo. Non credo che la perdita della misteriosa Warda gli abbia portato via anche la capacità di amare. Il perpetuo rimpianto è uan condanna che il capitano Iturri si è inflitto da solo; in genere non si tratta forse di un piacere venato di un lieve masochismo? Il fatto poi che pensi ancora a lei con tanta nostalgia, non significa piuttosto che desideri ancora amare ed essere amato?
Gli esseri umani sono più resistenti di quanto spesso non credano. Le ferite col tempo si rimarginano da sole, la normalità riprende il sopravvento. Continuerà a ritornare.
Per questo non presto fede al tono definitivo di Mutis. Ricordare Warda con tenerezza non impedirà a Jon Iturri di perdere ancora la testa; magari un un'altra storia, in un'altro tempo. (Questo è anche il mio augurio).

Leggerò ancora Mutis: la sua scrittura sospesa tra sogno e realtà mi seduce, così come mi piacciono le storie di mare. le atmosfere delle sue mi ricordano forse un po' Corto Maltese…?

Autore: Álvaro MUTIS
Editore: Einaudi   Anno: 1999 (Su licenza Adelphi 1991; Edizione originale: 1988)   83 pagg.
Titolo originale: La última escala del tramp steamer
Traduttrice: Gabriella Bonetta
ISBN: 978-88-06-15235-2

Annunci

2 thoughts on “L’ultimo scalo del Tramp Steamer

  1. mutis è stupendo. l’avevo letto tanti anni fa, di colpo, un libro dopo l’altro.
    mi fai venire voglia di rileggerlo, chissà in quale delle librerie sono i suo libri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...