You’re handsome

Minami shineyoEra un po’ che volevo scrivere qualcosa, ma la scarsità di tempo, la preoccupazione per l’esame in avvicinamento ed un po’ di sana pigrizia hanno finito per farmi desistere. Ultimamente però mi è capitato di vedere la serie coreana 미남이시네요 (Minami shineyo), e visto che l’ho trovata piena di riferimenti interessanti, ho deciso di fare lo sforzo…

Go Mi-nyeo (Park Shin-hye) conduce una vita pacifica presso il convento dove è cresciuta, in attesa di prendere i voti, senza sospettare di essere in un drama e che quindi cambiamenti repentini si nascondano dietro ogni angolo. Le si presentano sotto le spoglie del manager del fratello gemello, Go Mi-nam, che sta tentando di sfondare come idolo pop: dovrebbe firmare un contratto che lo farà diventare il quarto membro del famosissimo gruppo pop A.N.JELL, consentendogli di realizzare il proprio sogno. Il problema è che Mi-nam è bloccato negli Stati Uniti per cause di forza maggiore, e dovrà essere lei a prenderne temporaneamente il posto.
 
Mi-nyeo è esitante, ma la somiglianza trae tutti in inganno, e così la Nostra va a vivere insieme agli altri tre A.N.JELL, dove porta scompiglio: se Kang Shin-woo (Jung Young-hwa) si accorge ben presto che Mi-nam è una ragazza e di innamora di lei, Jeremy (Lee Hong-ki) si scopre attratto da lei senza sapere che si tratta di una ragazza.  È il terzo, il carismatico ed arrogante Hwang Tae-kyung (Jang Geun-suk, già salito agli onori di questo blog grazie alla serie Beethoven Virus), ad esserle più ostile. Cerca in ogni modo di buttarla fuori, e quando scopre il suo segreto, pensa di usarlo a tale scopo. Senonché Tae-kyung, suo malgrado, prende un certo gusto a battibeccare con Mi-nyeo, finisce per tirarla sempre fuori dai guai, e trattandosi si un drama, il risvolto romantico non tarda ad emergere, ma il tempo stringe: il ritorno del vero Mi-nam non è lontano, mentre un reporter ficcanaso mette in pericolo il segreto di Mi-nam…
 


Mi-nyeo si traveste da Mi-nam ed entra negli A.N.JELL (episodio 1)
Prima osservazione: un’altra serie in cui compaiono identità segrete e gender bending! Nella breve presentazione della trama che ho letto, You’re handsome veniva spacciato per una serie sulla vita "dietro le quinte" di un gruppo pop, perciò speravo non dico in una ricostruzione credibile, ma almeno in una ricostruzione di un qualche genere, ed invece, manco a farlo apposta… (non che il tradimento delle aspettative mi sia stato molesto ).
La scrittura non è eccezionale; la serie si lascia guardare, senza particolari picchi, ma il bello (ci si diverte come si può) è che è piuttosto agevole da smontare: gli sceneggiatori hanno fatto man bassa senza vergogna di cliché narrativi, senza nemmeno peritarsi di nasconderli sotto il tappeto.

Il poligono preferito dagli sceneggiatori
Se si guarda un drama, non ci si può aspettare di  scampare al fatale triangolo. Qui gli autori, in particolare scadimento creativo, ne hanno messi in campo due, uno per ciascuno dei protagonisti: quindi abbiamo Hwang Tae-kyung e Kang Shin-woo in lizza per Mi-nyeo, ed allo stesso tempo Mi-nyeo e la modella fidanzatina di Corea Yoo He-yi in competizione per Tae-kyung. È incredibile come questo particolare elemento narrativo non manchi mai.
Nel caso specifico, la presenza di Shin-woo (cavalier servente) serve per rendere consapevole Tae-kyung (tipo ore-sama) dei propri sentimenti verso Mi-nyeo (protagonista inetta); suona trito e ritrito? Forse Hana yori dango e la costellazione di imitazioni ci dicono qualcosa. Invece He-yi? Vediamo subito a cosa serve lei.
 


Mi-nyeo canta Maldo eopsi lasciando tutti senza parole (episodio 7)

La protagonista inetta e la rivale sgamata

Quello della protagonista inetta è uno stilema su cui ha attirato la mia attenzione la webmistress di questo sito, avida lettrice di manga ed autrice di alcune osservazioni illuminanti (cercate sotto la voce "Shoujo manga plot devices" ). Mi-nyeo, la nostra eroina, non fa che cacciarsi nei guai, richiedendo ogni volta l’aiuto di uno o più degli affascinanti fustacchioni di contorno, che così hanno tutto l’agio di mostrare a lei ed al pubblico il lato più cavalleresco del proprio carattere; inoltre è anche spaventosamente tonta, incapace di leggere fra le righe (ma neanche sopra, o sulle righe stesse!) e priva di buon senso.
Questo tipo di personaggio è estremamente ricorrente nei manga quanto nei drama e sorge spontanea la domanda: perché mai? Io ho varie teorie. La prima, che troverebbe applicazione ben più ampia del solo campo orientale, è che un’eroina tonta favorisce l’identificazione senza complessi di inferiorità (questa mi è venuta in mente pensando al personaggio di Bella Swan).
La seconda è nata pensando al confronto impari con la Rivale. Perché non basta che la Nostra abbia una rivale: la Rivale è sempre bellissima, alta, affascinante, intelligente ed amata da tutti. La Nostra è piccolina, come abbiamo visto non brilla per intelligenza, ed in genere non ha nemmeno particolari talenti; ciononostante, sarà lei ad avere la meglio, conquistando il cuore del Nostro (che, tristemente, sembra essere l’unica cosa che conta). Cosa rende la Nostra così desiderabile? La Nostra è pura, ingenua e kawaii. Ma si potrebbe anche rispondere che a renderla irresistibile è la sua vulnerabilità, il suo essere inoffensiva e bisognosa di protezione, confermando la prerogativa maschile della forza. Viceversa una donna di successo sarà dipinta come minacciosa (non di rado le Rivali infatti si rivelano autentiche arpie, ed è questo anche il caso di He-yi).

Appello in favore della spalla comica
In buona parte delle storie di gender bending o cross dressing che mi è capitato di leggere o vedere sinora, c’è un personaggio che non si è reso conto dell’identità della Nostra e si tormenta creando situazioni comiche. In You’re handsome l’ingrato ruolo tocca a Jeremy, il batterista degli A.N.JELL, il quale avverte subito che c’è qualcosa di particolare in Mi-nyeo, ma si convince di essere lui ad avere grossi problemi.
 


(la dura vita della spalla comica)
Ora, la cosa triste è che la spalla comica non viene mai preso in considerazione come possibile controparte romantica della Nostra; da parte degli sceneggiatori è un’autentica crudeltà. Perché non dare anche a loro una chance? Perché ad avere la meglio finiscono per essere sempre il fustacchione gentile dal fascino adulto o, più soesso ancora,  il tipo antipatico che nasconde un cuore d’oro? Un giorno vorrei vedere un manga od un drama che, invece di finire tra le lacrime, veda la Nostra affrontare il domani insieme alla spalla comica, a suon di risate.

Mistero dietro la nascita di uno dei protagonisti
Dopo Marmalade boy è un cliché di cui non ci si è riusciti a liberare. Sempre più spesso dietro alla nascita di uno o di entrambi i protagonisti gli sceneggiatori celano un segreto che rischia di compromettere i loro rapporti, o meglio ancora ventilano l’ipotesi che siano fratelli o fratellastri. Naturalmente poi non è così, ed i Nostri possono  – dopo aver molto penato – tirare un sospiro di sollievo insieme agli spettatori.
Non so perché venga usato così spesso, in genere appare pesante e superfluo (era questo il caso in Coffee prince, e lo è anche in You’re handsome).

Titolo originale: 미남이시네요 (Minami shineyo)
Televisione: SBS (Corea del Sud)
Anno: 2009
Episodi: 16
Per vedere la serie sottotitolata in inglese: www.mysoju.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...