Seongkyunkwan Scandal

Finalmente ho capito come fanno ad incastrarmi – a fare sì che mi beva tutti gli episodi, uno dopo l'altro; che li aspetti con impazienza, persino. Non che ci voglia molto: sono una spettatrice molto collaborativa, e non aspetto altro che di farmi intortare a dovere ^^' Anche i produttori però ci mettono del loro.
In questo caso la mia rovina sono state le anticipazioni di fine episodio. Alla fine di ciascun episodio vengono presentato un montaggio di una trentina di secondi con i punti salienti dell'episodio successivo. A quel punto, io che sono una boccalona matricolata, devo assolutamente sapere se le cose vadano proprio così come me le sono immaginate ^^'
 

Questa volta non è possibile accusare il caso: Sungkyeonkwan Scandal me lo sono proprio andata a cercare, sentito che si trattava di una storia di crossdressing con ambientazione storica (il tardo periodo Joseon, ovvero Regno di Corea fra il XVII ed il XIX secolo). Visto il primo paio di episodi, l'efferato marchingegno delle anteprime mi ha costretta a guardarli tutti quanti. ^^'

Kim Yun-Shik (Park Min Yeon) ha una conoscenza quasi enciclopedica dei classici cinesi ed una felice predisposizione per la calligrafia; sembrerebbe proprio un candidato ideale per Sungkyeonkwan, una specie di ENA che laurea i futuri funzionari del regno sulla base dei principi confuciani. Ci sono almeno due ottimi motivi per cui Yun-Shik non tenta nemmeno l'esame d'ammissione: uno è che proviene da una famiglia povera, composta da un fratello malato ed una madre indebitata che deve sostenere economicamente.  Yi Seon-Jun (Micky Yuchun), figlio del potente Ministro della Sinistra (è il nome della carica, non c'entra niente con destra e sinistra politiche di oggi ^^'), è di ben altro avviso. Giovane dotto ed idealista, riesce con un sotterfugio a fargli sostenere l'esame di ammissione. Seon-Jun naturalmente ignora il secondo buon motivo dell'interdizione a Sungkyeonkwan: Yun-Shik in realtà si chiama Yun-Hi ed è una ragazza (ooh, non ve l'aspettavate, eh? ^^'). Gli studenti devono frequentare le lezioni, partecipare ad una serie di attività e gare sportive, e quel che è peggio vivere nei dormitori dell'università.
La madre di Yun-Hi inorridisce alla sola idea che la figlia possa "perdersi" in un ambiente del genere. Per assicurarlee l'avvenire decide di venderla ad un ricco e potente vecchiaccio, ripianando così anche i propri debiti. "La lettura è il tuo veleno", le dice. Yun-Hi però ha ben altre aspirazioni. Ha uno spirito vivace e critico, e per quanto ami la madre, non può accettare di ridurre il valore della propria esistenza al suo prezzo come concubina (vai, Yun-Hi!!). Così Yun-Hi se la dà a gambe ed entra a Sungkyeonkwan sotto le mentite spoglie di Yun-Shik.
Per colmo di sventura però i suoi compagni di stanza sono proprio l'algido Seon-Jun e Mun Jae-Shin, (Yu A In) pluriripetente più occupato in scazzottamenti che con Confucio: le frizioni sono immediate. Completa il quartetto Gu Yong-Ha (Song Jung Ki), facoltoso modaiolo e donnaiolo inveterato, che capisce al volo la situazione e ne trae un grandissimo spasso. Le loro provenienze di ceto e fazione politica sono le più diverse, cosa molto insolita nella scuola, così finiscono per rappresentare una sorta di curioso esperimento di convivenza; tuttavia ciascuno dei quattro nasconde un segreto che non può essere rivelato ad anima viva, tantomeno agli altri tre.

Ovviamente, trattandosi di un drama di crossdressing, i tre maschietti della situazione devono perdere la testa per la fanciulla en travesti, che siano consapevoli del segretuccio o meno. Credo che sia il minimo sindacale XD
Purtroppo la produzione ha pensato di premiare la coppiata con Seon-Jun, che a mio immodesto parere è il personaggio più scialbo e scolorito dell'intero gruppo; tifavo per (anzi, shippavo – ho scoperto questo termine tecnico ^^') la coppia Yun-Hi – Jae-Shin, molto più vivace  (specie quando si scopre che Ji-Shin è lui pure un avido lettore, nonostante le apparenze davvero, sono esageratamente prevedibile ^^').
Le vicende dei nostri si intrecciano ai sommovimenti politici che agitano la Corea, già sotto qualche pressione da parte degli occidentali, ed alla ricerca di un misterioso documento che potrebbe rivoluzionare l'ordinamento politico. Uno dei quattro potrebbe possedere la chiave per entrarne in possesso, ma quale di loro?

Sungkyeonkwan Scandal è l'ennesimo esempio di come la gioiosa macchina drama-produttiva coreana riesca a prendere certi cliché narrativi, ad impastarli con un po' di suspance ed a sfornare storie che, pur non discostandosi di molto dalle aspettative che suscitano, riescano a rimanere fresche ed attraenti, anche grazie allo sfruttamento di sotto-trame che stornano l'attenzione e la tensione dai rami principali della storia (la mia preferita è quella della cortigiana Cho Seon, gran personaggio).
Ho notato in questo drama, una volta di più, la presenza di una precisa tipologia di personaggio ricorrente: quella dell'adulto saggio, comprensivo e lungimirante, a cui i giovini protagonisti possono fare riferimento come ad una benevola figura paterna (talvolta materna). Una figura del genere compare in quasi tutti i drama coreani che ho visto sinora, e pure in un sacco di produzioni taiwanesi (mentre in Giappone mediamente è più facile che la figura adulta in primo piano sia un antagonista). In questo caso, si tratta del Re di Joseon (niente po' po' di meno). Non ne so abbastanza per capire se ci siano riferimenti sociali specifici, però.
Ho visto Sungkyeonkwan con grande piacere, ed è stato un po' un esperimento, visto che si tratta del primo drama coreano in costume che guardo. In genere tendo ad evitare, mi paiono polpettoni interminabili. In questo caso il numero relativamente esiguo di episodi ed il target insolitamente giovane mi hanno incoraggiata, e tutto sommato è andata bene. Purtroppo, come al solito, le ultime 3-4 puntate erano sottotono rispetto alle precedenti. Vabbé. Non lamentiamoci.

Titolo originale: 성균관 스캔들 (Seongkyunkwan Scandal)
Televisione: KBS2 (Corea del Sud)
Anno: 2010
Episodi: 20
Per vedere la serie sottotitolata in inglese: www.mysoju.com oppure www.dramacrazy.net

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...