Oblòmov /1

Oblòmov - www.anobii.comEra entrato nella mia libreria per puntiglio, svariati anni fa ormai, e non mi aspettavo certo che questo bel tomo russo da quasi 700 pagine si sarebbe rivelato così ricco, così intenso e folgorante. Si parla tanto di crisi della "civiltà occidentale" (qualsiasi cosa si intenda con quest'infelice frase fatta), ma in un mondo in cui una meraviglia del genere è accessibile a chiunque per la modesta somma di sette euro (tanto l'ho pagato) non manca la speranza.

Il'jà Il'ič Oblòmov è un piccolo possidente terriero. La sua tenuta è abbastanza grande da permettergli di vivere di rendita a Pietroburgo, ma non sufficientemente florida da consentirgli di largheggiare. Potrebbe senz'altro ricavarne di più se ne prendesse le redini, ma Il'jà Il'ič non si decide a farlo. Non si cura dei propri affari, né li conosce, nemmeno a grandi linee. Si potrebbe pensare che sia attirato dalla vita vivace sociale pietroburghese, ma non è così. Oblòmov preferisce oziare sdraiato a letto dalla mattina alla sera, mettendo di rado piede fuori casa. Riceve svogliatamente, in vestaglia, i radi visitatori, e svogliatamente ascolta le novità del mondo e di Pietroburgo.
Il'jà Il'ič ha un'indole buona, generosa, ed ha un alto concetto dell'uomo, del suo spirito e del suo destino, parlando in generale. Però tende anche a lasciarsi andare all'indolenza. C'era stato un tempo in cui usciva in società, addirittura progettava di riformare l'amministrazione della tenuta; pian piano però aveva ceduto alle sirene delle comodità che la sua situazione gli concedeva e si era ritirato in casa, nel salotto, a letto. Non aveva abbandonato l'idea di un piano di riforme: anzi, continuava a nutrire la sola idea quel tanto che bastava per crogiolarsi nella fantasticheria di un idillio campagnolo, e far scorrere in seducenti castelli in aria il tempo fra un pasto e l'altro.

«- Quale sarebbe l'ideale della vita, secondo te? (…) Non cercano forse tutti di ottenere quel che sogno io? (…) Davvero lo scopo di tutto il vostro correre, delle passioni, delle guerre, del commercio e della politica, non è di raggiungere la tranquillità, non è l'aspirazione a questo ideale di paradiso perduto?» (Oblòmov, pag. 245)

Di tutt'altra pasta è il suo amico Stolz: terminati gli studi se n'era andato di casa con quattro soldi in tasca, diretto anche lui a Pietroburgo, ma con ben altri obiettivi. Nessun campo dello scibile umano poteva sottrarsi alla sua curiosità vorace, che investiva le lettere e le arti quanto l'economia ed i progressi tecnici; viaggiava molto in Russia ed all'estero per cercare di comprendere meglio il suo tempo, ed industriandosi era riuscito a mettere da parte una discreta fortuna. Non per questo però lasciava rallentare il ritmo della sua vita.

«- Un giorno smetterai pure di lavorare – osservò Oblòmov.
 – Non smetterò mai. A che pro?
 – Quando avrai raddoppiato i tuoi capitali – disse Oblòmov.
 – Quando li avrò quadruplicati, nemmeno allora smetterò.
 – Ma perché mai ti affatichi – prese a dire dopo un attimo di silenzio, – se il tuo scopo non è quello di provvedere a te stesso per sempre e poi ritirarti nella quiete a riposare? (…)
– Per il lavoro in se stesso, e niente più. Il lavoro è forma, sostanza, energia e scopo della vita, per lo meno della mia. Tu hai scacciato il lavoro dalla tua vita: e ora a che cosa somiglia?» (Oblòmov e Stolz, pagg. 247-8)
 

(continua…)
Annunci

3 thoughts on “Oblòmov /1

  1. "ma in un mondo in cui una meraviglia del genere è accessibile a chiunque per la modesta somma di sette euro (tanto l'ho pagato) non manca la speranza."
    non so cosa sia la speranza ma è vero che è una cosabella.

    e poi sai io non l'ho letto. mai.
     mi sa che devo

  2. Pingback: Duemilaeundici | Vacuo sognare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...