Evelina /2

Evelina è un romanzo ricchissimo di spunti. Davvero, ricchissimo. Basta iniziare a tirare e ne vengono fuori a bizzeffe, come i fazzoletti annodati dal cappello di un prestigiatore. In parte ciò è dovuto al fatto che sotto il profilo della forma romanzo, Evelina è ancora un po’ primitivo. Per dire, la Austen, che era una lettrice appassionata della Burney, stava già su un altro pianeta, letterariamente parlando.

Identità incertaEvelina_Joshua Reynolds_Sara Campbell
Evelina è la figlia naturale di un aristocratico, e questa condizione, benché accuratamente mantenuta segreta, le causa un mare di problemi. Il primo e principale è che non consente di definire la sua posizione sociale. Il riconoscimento ufficiale da parte del padre le consentirebbe di fare parte a pieno titolo dell’alta società, ma in assenza del riconoscimento paterno Evelina rimane in una sorta di limbo.
Da un lato, l’indefinitezza della posizione sociale di Evelina la espone a molte impertinenze, sia da parte degli aristocratici che non la riconoscono come “una dei loro”, sia da parte di coloro che, come i Branghton, osteggiano i suoi modi da signorina beneducata. Dal punto di vista dei rapporti con l’altro sesso, non avere una famiglia alle spalle la espone anche a molti pericoli, perché personaggi come Sir Willoughby non si sentono scoraggiati dal nutrire nei suoi confronti mire disoneste.
D’altra parte è vero anche che la sua situazione di liminalità fra alta società e piccola borghesia le consente di avere accesso a diversi strati della società del suo tempo, e di osservarne i costumi con uno sguardo candido e straniato.

Amore romantico e matrimonio
Una cosa che colpisce è il periodo della vita di Evelina coperto dal romanzo. Si tratta di un periodo ben preciso e delimitato, che va dall’ingresso nella società londinese alle nozze. I periodi precedenti (formazione) e successivo (matrimonio) sono completamente esclusi. Penso che il motivo sia abbastanza chiaro: sono privi di tensione narrativa.  L’età da matrimonio era il periodo nel quale una donna era esposta all’avventura, perché si affacciava fuori dalla famiglia d’origine ma non era ancora entrata in quella del marito.
Il matrimonio era l’evento centrale nella vita di una donna perché da esso dipendeva il suo sostentamento fino alla vecchiaia; era anche una diretta misura della posizione sociale delle famiglie degli sposi. La possibilità di “avventura” all’epoca di Evelina era data dal fatto che le ragazze partecipavano attivamente al mercato matrimoniale, ed il loro consenso era necessario per portare a termine l’unione. E a che tipo di unione aspira la nostra eroina? Evelina cerca un uomo che possa prendere il posto del suo tutore come guida morale; un uomo sostenuto da una salda etica, quindi, e capace di nutrire rispetto genuino di lei in quanto persona, di apprezzare le sue qualità personali (bellezza, moralità, cultura, buone maniere) e non dare importanza all’incertezza delle sue origini, ed all’esiguità della sua dote.

«There is no young creature, my Lord, who so greatly wants, or so earnestly wishes for, the advice and assistance of her friends, as I do; I am new to the world, and unused to acting for myself, – my intentions are never wilfully blameable, yet I err perpetually! – I have, hitherto, been blessed with the most affectionate of friends, and, indeed, the ablest of men, to guide and instruct me upn every occasion; – but he is too distant, now, to be applied to at the moment I want his aid; – and here, – there is not a human being whose counsel I can ask!» (p. 340)

Che una donna fosse in grado di fare valutazioni in autonomia ed agire per se stessa, naturalmente, era fuori discussione.

[continua]

Autrice: Frances Fanny BURNEY
Editore: Penguin Books   Anno: 2004 (Prima edizione: 1778)  xliii + 510 pagg.
Titolo completo: Evelina or, The History of a Young Lady’s Entrance into the World
Traduzione del titolo: Evelina, ovvero La storia dell’ingresso in società di una giovane gentildonna
ISBN: 978-0-140-43347-0

Edizione italiana
Titolo italiano: Evelina
Editore: Fazi   Anno: 2001  576 pagg.
Traduttrice: Chiara Vatteroni
ISBN: 978-88-81121724

Annunci

2 thoughts on “Evelina /2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...