A proposito del rosa | Diana Palmer /1

Nel febbraio dell’anno scorso lessi alcuni romanzi rosa sparsi. Avevo vagamente intenzione di parlarne qui su Asaki, ma con la ripresa del semestre la pigrizia ebbe la meglio.
Questo mese ne ho letta un’altra manciata (febbraio potrebbe diventare il mese del rosa XD), ed ho messo a fuoco una caratteristica del rosa scritto in serie di cui non mi ero ben resa conto: le differenze fra autrici sono molto più significative di quelle fra i romanzi della medesima autrice. Le autrici tendono a sviluppare uno stile personale distintivo – ovvero ad usare nei romanzi una certa serie di tropi. Anzi, si potrebbe dire che le autrici di successo sono quelle che sono riuscite a trovare la formula vincente – una combinazione di tropi riconoscibile, che diviene il loro marchio di fabbrica.
In fondo, pensandoci un attimo questa ripetitività dei tropi non deve sorprendere, considerata la prolificità delle autrici di questo genere, che spessissimo anno all’attivo decine e decine di romanzi. Sarebbe impensabile perseguire l’originalità mantenendo questi ritmi.

Quindi, piuttosto che dei romanzi singolarmente, ho pensato che avrebbe più senso parlare di un’autrice e dei suoi lavori presi nell’insieme, e così oggi parlo un po’ della scrittrice statunitense Diana Palmer, oltre un centinaio di titoli dal 1979 ad oggi. Mi sono divertita a cercare la sua formula vincente: cosa caratterizza i suoi libri? Come si distingue dagli altri? A cosa deve il suo successo?

Il protagonista maschile
Il protagonista maschile (PM) ha un ruolo essenziale per il funzionamento della storia, anche più importante della sua controparte femminile. Le autrici lo sanno, e quelle che quelle che sono riuscite ad affermare un proprio stile nel panorama del rosa generalmente hanno studiato attentamente la costruzione della loro tipologia di PM.

rosa_dp_stetson200x150

L’immancabile cappello da cowboy di marca Stetson del PM

♂ Il PM è un cowboy. Cioè a volte fa tutt’altro nella vita, ma molto spesso è anche un cowboy: se non alleva vacche per professione o nel tempo libero, fa il rodeo (e in tal caso, ha vinto un botto di trofei). Non sto scherzando: il rodeo.
♂ Va detto però che il PM non è un vaccaro qualsiasi, i jeans toppati ed i calzini con l’alluce bucato: nonnonnò, è straricco. Che li abbia fatti allevando bovini, dirigendo un’azienda, o esercitando una libera professione, ha quattrini a palate: vive in un ranch di nonsoquanti acri e guida automobili di grossa cilindrata; magari possiede perfino un jet privato. Per quanti siano, però, se li è guadagnati da solo: la sua ricchezza è una manifestazione del successo sul lavoro.
♂ Non solo è un uomo di successo nella sua professione, ma ha anche studiato bene (è da non credere quanti cowboy con un master ad Harvard galoppino per l’America profonda!)

Virilità2

♂ Fisicamente imponente: il PM è alto e ha un fisico solido grazie all’attività all’aria aperta; il dettaglio che non manca mai è un petto muscoloso e villoso. (Curiosamente, oggidì il pelo è un elemento di appeal celebrato nell’estetica gay. D’altronde quando si insiste molto sulla mascolinità, lì si arriva.)
♂ Il PM ha un carattere duro, con molti spigoli, esigente con se stesso e con gli altri. Sotto questo rivestimento adamantino, però, ha un cuore di panna.
♂ È un uomo di poche parole, e quelle poche taglienti, ma sotto sotto è sensibile e “non si vergogna di piangere”.

Quindi il PM di Diana Palmer è un fustacchione, un tipo ruvido ma sotto sotto anche tenero, membro di spicco della comunità grazie alla direzione di un’attività di successo ed all’istruzione superiore.

[continua]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...