Luglio 2019

Libri del mese:
MORI Ōgai, L’intendente Sanshō, Mariotti
林芙美子、『雪の町』>> HAYASHI Fumiko, Yuki no machi
AAVV, Lo scudo dell’illusione. Racconti fantastici della letteratura giapponese moderna, Atmosphere
PLUTARCO, Vite parallele: Coriolano e Alcibiade, Rizzoli
Piergiorgio PESCALI, La nuova Corea del Nord. Come Kim Jong Un sta cambiando il Paese, Castelvecchi

Musica del mese:
The Beatles, Help
The Beatles, Rubber Soul
The Beatles, Revolver

Film del mese:
Amy HECKERLING, Fast Times at Ridgemont High (Stati Uniti, 1982)

Annunci

Giugno 2019

Libri del mese:
Georges DUBY, Il matrimonio medievale, Il Saggiatore
HAYASHI Fumiko, Lampi, Marsilio
Deborah SHAMOOSH, Passionate Friendship. The Aesthetics of Girls’ Culture in Japan, University of Hawai’i Press
林芙美子、『蛙』>> HAYASHI Fumiko, Kaeru
Selma LAGERLOF, Uomini e troll, Iperborea
Luca SIMONETTI, La scienza in tribunale. Dai Vaccini agli Ogm, da Di Bella al terremoto dell’Aquila: una storia italiana di orrori legali e giudiziari, Fandango Libri
林芙美子、『狐物語』>> HAYASHI Fumiko, Kitsune Monogatari

Libri abbandonati:
Ursula K. LE GUIN, I dodici punti cardinali, Nord –
Ho letto i primi racconti, ma mi hanno confusa e ho perso la spinta a proseguire la lettura

Libri comprati:
MORI Ōgai, L’intendente Sansho, Mariotti
YOKOMIZO Seishi, Detective Kindaichi, Sellerio
DAZAI Osamu, La studentessa e altri racconti, Atmosphere
Michel De CERTEAU, L’invenzione del quotidiano, Edizioni Lavoro

Libri donati:
Guido CRAINZ, Autobiografia di una repubblica, Feltrinelli >> regalata ad un’amica per il trentacinquesimo

Maggio 2019

Libri del mese:
Elfi e streghe di Scozia, Arcana Editrice
George R. R. MARTIN, La regina dei draghi. Le Cronache del ghiaccio e del fuoco #4, Mondadori
Ursula K. LE GUIN, The Last Interview and Other Conversations, Penguin Random House
Adalbert STIFTER, Il sentiero nel bosco, Adelphi
Guido CRAINZ, Storia del miracolo italiano. Culture, identità, trasformazioni fra anni Cinquanta e Sessanta, Donzelli
Maurizio MOLINARI, Perché è successo qui. Viaggio all’origine del populismo italiano che scuote l’Europa, La nave di Teseo

Libri abbandonati:
Levan BERDZENISVILI, La santa tenebra, E/o
Perché è interessante, ma non sono riuscita realmente ad esserne presa

Libri donati:
Bianca PITZORNO, Il sogno della macchina da cucire, Bompiani 🧵 (due copie, donate a due nonne: una biologica ed una di elezione)

Musica del mese:
Led Zeppelin, Led Zeppelin II(1969)
Francesco Guccini, Via Paolo Fabbri 43 (1976)

TV del mese:
Have I got news for you (BBC1, Regno Unito)
Last Week Tonight with John Oliver (HBO, Stati Uniti)
The Late Show with Stephen Colbert (CBS, Stati Uniti)

Radio del mese:
La versione di Oscar (Radio24)

Aprile 2019

Libri del mese:
CH’AE Mansik, Una vita ready-made, Atmosphere libri
Betty NEELS, A Gem of a Girl, Harlequin
Florence STEVENSON, Ofelia, Elliot
BOILEAU-NARCEJAC, I diabolici, Adelphi
Stefan ZWEIG, Montaigne, Castelvecchi
HIGUCHI Ichiyō, L’ultimo dell’anno e altri racconti, Aracne

Musica del mese:
Led Zeppelin, Led Zeppelin II

Film del mese:
Alfonso CUARÓN, Roma (Roma, Messico, 2018)
Yorgos LANTHIMOS, La favorita (The Favourite, UK/Irlanda, 2018)

TV del mese:
Have I Got News For You (BBC1, UK)
Morning Joe (MSNBC, Stati Uniti)
Last Week Tonight with John Oliver (HBO, Stati Uniti)

Radio del mese:
La versione di Oscar (Radio24)

Febbraio 2019

Libri del mese:
Filippo CECCARELLI, Invano. Il potere in Italia da De Gasperi a questi qua, Feltrinelli
Bianca PITZORNO, Il sogno della macchina da cucire, Bompiani
MURAKAMI Haruki, L’assassinio del commendatore. Vol.1 Idee che affiorano, Einaudi
Ryszard KAPUŚCIŃSKI, La prima guerra del football e altre guerre di poveri, Feltrinelli
MURAKAMI Haruki, L’assassinio del commendatore. Vol. 2 Metafore che si trasformano, Einaudi

Libri abbandonati:
George REVE, Le sere, Iperborea
Abbandonato perché non riuscivo a leggerlo in treno senza addormentarmi dopo poche pagine.
rabbit-1-smiley-014

Fumetti del mese:
Vanna VINCI, Aida al confine, Kappa Edizioni

Musica del mese:
Pearl Jam, Led Zeppelin e Pink Floyd come se piovesse

Film del mese:
KORE-EDA Hirokazu, The Third Murder (三度目の殺人, Giappone, 2018)

TV del mese:
The 80s. The Decade that Made Us (documentario, National Geographic, USA, 2013)
Last Week Tonight with John Oliver (HBO, Stati Uniti)

Radio del mese:
La versione di Oscar (Radio24)

Gennaio 2019

Libri del mese:
George R. R. MARTIN, Il grande inverno, Mondadori
Tim MARSHALL, Le 10 mappe che spiegano il mondo, Rizzoli
Helen RAPPAPORT, The Romanov Sisters. The Lost Lives of the Daughters of Nicholas and Alexandra, St. Martin’s Press
Carmen KORN, Figlie di una nuova era, Fazi
Ursula K. LE GUIN, Leggende di Earthsea, Urania Mondadori
Roberta RAMBELLI, I creatori di mostri, Urania Mondadori

Libri comprati:
MURAKAMI Haruki, L’assassinio del commendatore. Metafore che si trasformano, Einaudi

Musica del mese:
Niente musica questo mese.

Film del mese:
Frank CAPRA, La vita è meravigliosa (It’s a Wonderful Life, Stati Uniti, 1946)
Billy WILDER, Testimone d’accusa (Witness for the Prosecution, Stati Uniti, 1957)
Carol REED, Il terzo uomo (The Third Man, Regno Unito, 1949)
USHIJIMA Shin’ichirō, Voglio mangiare il tuo pancreas (君の膵臓を食べたい, Giappone, 2018)

Radio del mese:
GR24 delle 6:00 (Radio24)

Duemilaediciotto

Anche nell’anno appena trascorso ho lasciato la contabilità a Goodreads (nel 2018 avrei letto 71 libri per un totale di 20’242 pagine), ma mai come nel duemilaediciotto i numeri raccontano solo una piccola parte di quello che la lettura è stata.
Sono tornata (forse troppo frettolosamente?) da un lungo soggiorno all’estero, ho cambiato tre lavori, ed ho affrontato grosse delusioni sia da me stessa che da persone e situazioni dalle quali avevo ragione di aspettare altro. Un marasma nel quale la lettura è stata uno spazio costante di pace e stabilità.
Ho anche scritto molto su asakiyumemishi, cercando di dare senso alla mia (piccola) partecipazione alla blogosfera con contenuti di buona qualità che sfidassero i miei usuali limiti in ampiezza e profondità; spero di esserci riuscita.
Vista l’intensità con cui ho letto e scritto, nel duemilaediciotto, fare classifiche è un esercizio particolarmente inutile, ma se mi guardo indietro ci sono dei libri che desidero celebrare per la loro bellezza e per la ricchezza di quello che mi hanno donato.

il grande gatsbyFrancis Scott FITZGERALD, Il grande Gatsby (trad. Fernanda Pivano, Einaudi)
Non posso che partire da Il grande Gatsby, ogni frase una scoperta folgorante e struggente. Mi sarebbe piaciuto parlarne sul blog e a lungo, ma mi mancano ancora gli strumenti e le parole per ricondurre al testo il groviglio di rabbia, tristezza, e dolcezza che mi si è avviluppato dentro leggendolo. Mi è rimasto dentro anche una volta finito il romanzo e chiusa la copertina; non conosco segno di riconoscimento migliore per un classico.

Continua a leggere