Il Dibbuk

Dibbuk

Con questa lettura credo di aver raggiunto nuove vette di frivolezza letteraria. Ad incuriosirmi irresistibilmente infatti è stato il titolo – o meglio, il fatto che è identico a quello di una canzone (bruttina) di Gackt. Ora, Gackt è un cantante pop giapponese. Il libro in questione è un classico della letteratura yiddish. Le opzioni sono due: mi sono persa qualche passaggio, oppure la globalizzazione è davvero qualcosa di mostruoso!

Chanan, un promettente studente del Talmud da qualche tempo interessatosi di Kabbalah, muore di crepacuore alla notizia che la sua amata Lea è stata promessa ad un altro, nonostante la promessa stretta a suo tempo dai rispettivi padri. Il giorno delle nozze, tre mesi dopo la scomparsa di Chanan, il suo spirito irrequieto si impossessa di Lea impedendole di sposare il fidanzato.

Annunci