JohnLock? La relazione fra Sherlock Holmes e John Watson nei racconti di Arthur Conan Doyle

Sherlock Holmes_RaccontiForse gli autori della serie non potevano immaginarlo, o forse sotto sotto ci speravano, ma la messa in onda di Sherlock (BBC, 2010-2017) ha dato la stura ad una ricchissima produzione di fanfiction e fanart che sviluppavano il rapporto fra Sherlock Holmes e John Watson in chiave romantica. In alcuni rami del fandom si è persino creata l’aspettativa che gli sviluppi omoerotici della partnership fra Holmes e Watson sarebbero stati incorporati nella serie stessa. Non solo, ma secondo sostenitrici e sostenitori della TJLC (The JohnLock Conspiracy), la natura omoerotica della relazione di Holmes e Watson sarebbe stata implicita sin nei racconti e nei romanzi di Arthur Conan Doyle. Ma sarà stato davvero così?
Continua a leggere

Annunci

Nebula

nebulaSe ci si ripromette di leggere più fantascienza, e anche di ampliare gli orizzonti geografici delle proprie letture, l’uscita di una raccolta di racconti di fantascienza cinese non può che essere una buona notizia. E siccome è quello che mi sono ripromessa quest’anno,  Nebula. Fantascienza contemporanea cinese è capitata straordinariamente a fagiolo.

Nebula raccoglie quattro racconti cinesi di fantascienza con doppio testo, in originale ed in traduzione Continua a leggere

Comincia a far male

Comincia a far maleNon ricordo perché questo libro mi avesse incuriosita; non ricordo nemmeno dove l’abbia visto per la prima volta. Penso sia stato alla libreria della stazione di Lambrate, dove ogni tanto mi rifugio a sfogliare qualcosa oziosamente, in attesa del mio treno. Di certo qualcosa deve avermi colpita, se ho annotato il titolo due volte nel mio taccuino delle letture da fare.

Pare che i racconti vendano di meno dei romanzi. Azzardo una possibile (parziale) spiegazione: la brevità dei racconti non consente all’evasione indotta dalla lettura di dispiegarsi appieno, rendendoli per molti lettori troppo condensati, ed in definitiva lievemente frustranti. Comincia a far male però fa parte di una categoria a sé stante; i racconti, pur essendo molto diversi per personaggi, punto di vista ed ambientazione, fanno parte di un unico mondo, quasi un’unica pennellata di acquerello nel cui sfumare si possono riconoscere varie forme e varie storie. Continua a leggere

Che cosa ci fa un morto nell’ascensore?

Che cosa ci fa un morto nell'ascensoreCi tenevo a postare qualcosa su questo libro, non perché sia in sé straordinario (per quanto gradevole, a dispetto delle aspettative suscitate dal titolo), ma più che altro perché mi fa sempre piacere parlare di narrativa coreana, così poco frequentata da editori e grande pubblico, più interessati a Giappone e Cina. Invece anche la Corea (del Sud) nell’ultimo decennio ha sfornato parecchie cose interessanti, dai film ai fumetti (in Italia ne sono usciti svariati, i migliori secondo me pubblicati da Flashbook), che sono andati ad invadere proprio i “giganti” Cina e Giappone come una vera e propria febbre (la Hallyu, ovvero la “Vague coreana”). In un recente drama di produzione taiwanese ho visto addirittura due ragazze alla moda che parlavano una sorta di gergo finto-coreano. Anche le relazioni con i Paesi vicini sono notevolmente migliorate grazie alla Hallyu, tanto che si potrebbe parlare di una “diplomazia dei drama“. Dico sul serio! Ma torniamo al libro. Continua a leggere

Di cosa parliamo quando parliamo d’amore

Di cosa parliamo quando parliamo d'amoreEra da un po’ che volevo leggere Carver. Avevo la sensazione che mi mancasse, che mancasse al mio… palmares?… di lettrice. Inoltre devo dire che le edizioni tascabili curate da minimumfax, con la loro lucida copertina bicroma, non mi dispiacciono affatto. Ma si sa, i casi della vita sono imperscrutabili: così sono uscita dalla biblioteca con questo vecchio, polverosissimo Garzanti.

Le storie di Carver si assomigliano un po’ tutte nell struttura (a giudicare dalle due raccolte che ho letto finora): c’è una situazione ed un evento ne mette in luce alcune crepe, che corrono lungo tutto quanto abbiamo visto in precedenza.

Tutto qui.
Continua a leggere

Tutti i figli di Dio danzano

Tutti i figli di dio danzanoRileggendo questi racconti di Murakami mi sono detta: devo assolutamente postare qualcosa! Così mi sono accorta di non aver scritto pressoché nulla su di lui nel blog prima d’ora. Bè, è ora di rimediare.
Tutti i figli di Dio danzano è una raccolta di racconti con un sottofondo in comune, quasi un basso continuo che li accompagna tutti ricomparendo sui giornali, nei notiziari in televisione, nei discorsi e nei pensieri dei vari personaggi: il terremoto di Kōbe del 1995.
Continua a leggere

Segreti svelati

Segreti svelati
Confesso di essere un po’ delusa da questa raccolta di racconti della Munro. Non che siano brutti, ma dopo aver avuto il piacere di assaporare quelli di Nemico, amico, amante… mi aspettavo di meglio: racconti più complessi, meglio narrati – più belli. Ma forse non è che uno dei soliti scherzi dell’aspettativa.

Ambientati come sempre nella Columbia Britannica, intorno alla medesima cittadina (con qualche piccola digressione nell’esotico che non ho gradito molto), anche questi racconti della Munro raccontano le vicende di alcune donne, spesso due diverse, di modo che il dipanarsi parallelo di due storie produca curiosi giochi di specchi.