La conquista dell’America

todorov-conquista-9788806219482Ho avuto un lungo conto in sospeso con La conquista dell’America di Todorov. Ne avevamo letti dei brani alle superiori, ma ai tempi non avevo capito bene di cosa parlasse. Gettai la spugna, e questo libro è rimasto a lungo un desiderio insoddisfatto. Adesso che ho iniziato ad occuparmi di storia coloniale, però, La conquista dell’America è diventato una lettura necessaria – rivelandosi un libro affatto diverso da come me l’ero immaginato.
Continua a leggere

Annunci

Offspring of Empire

Offspring of empireSono davvero contenta di recensire un libro straordinario non solo per la qualità del suo contributo agli studi di area – talmente brillante da travalicare la storia di Corea e Giappone e giungere ad illuminare di sbieco anche i nodi dello sviluppo industriale e dell’imperialismo europei – ma anche perché costituisce un modello di eleganza formale per la saggistica storica. Di cosa parla Offspring of Empire? Perché quello che dice è importante e ci riguarda da vicino? E come mai lo dice così bene?

Come recita il sottotitolo, l’oggetto del libro sono le origini del capitalismo coreano.  Continua a leggere

Gli spettri del Congo /1

Gli spettri del CongoFinalmente, dopo un periodo di lavoro intenso e di trasferte a spasso per l’Italia, riesco a tornare a scrivere di libri. Nel frattempo, nell’ultimo mese, è esploso l’interesse (nella mia testa, ma è lei – per fortuna o purtroppo – a dettare legge sulle mie letture) nei confronti degli studi coloniali, ed in particolare verso le complesse relazioni culturali che si instaurano fra colonizzatore e colonizzato. Gli spunti sono infiniti, ogni scoperta elettrizzante. Gli spettri del Congo è un gentile prestito giunto proprio a fagiolo: mi stavo dilungando con il proprietario sul perché ed il percome di questa cosa che mi ha stregata, quando (forse per zittirmi un po’ XD ) mi ha fatto: «Ho questo libro, perché non lo leggi?». Detto, fatto!

La struttura espositiva del libro è piuttosto semplice, ma a suo modo efficace; Hoschild la modella sul contrasto fra due figure alle quali riserva il centro della scena: Leopoldo II del Belgio ed Edmund Dave Morel, un giornalista che dedicò la vita alla denuncia del sistema leopoldino di sfruttamento del Congo. Continua a leggere