Tre metri sopra il cielo

Tre metri sopra il cieloDiciamocelo: ero curiosa. Se n’è fatto un gran parlare e così via… mi sono detta che magari era effettivamente un bel romanzo (non è vero: ero pregiudizialmente dell’idea che sarebbe stato una schifezza, ma ora posso confermarlo autorevolmente: è una schifezza). Ma andiamo con ordine, e se avrete pazienza di seguirmi, faremo tante scoperte interessanti.

Stefano è un duro (e già qua si sprofonda nel ridicolo: si usa ancora dire “duro”?!) e divide le sue giornate (o meglio, le nottate, visto che di giorno dorme) tra la palestra, i locali più “in” ed una compagnia di amici con i quali fa gare di flessioni (che tristezza…) o comunella per andare a menare qualcuno che non si è portato con loro con il dovuto rispìettu. Anzi, in quanto ultimo vincitore di una gara di flessioni, è diventato il maschio alfa della brigata.

Babi va in terza liceo classico in una scuola privata per figlie di papà. Dopotutto, è una figlia di papà.
Continua a leggere

Annunci