Kanji e haiku

201704haiku-scan550x400var

Una mattina di agosto ho aperto un libro di kanji ed ho iniziato a studiarli, imparando lettura, ordine dei tratti e parole composte. Carattere dopo carattere, finalmente alla fine di aprile di quest’anno ho completato tutta la jōyō list (1942 caratteri essenziali). Dal primo kanji (一, “uno”) all’ultimo (璽, “sigillo imperiale”) mi ci sono voluti quasi otto anni. Una gran mole di tempo e di energie. Ho provato una certa soddisfazione,  curiosamente scaturita, più che dal traguardo raggiunto, dalle possibilità di lettura che una cassetta degli attrezzi come la jōyō list dischiude. 😊
Una delle prime cose che ho fatto è stata condividere la mia contentezza con un amico e Gran Maestro di Kanji (qui in versione Kaonashi). Ho provato anche a comporre un haiku celebrativo demenziale. Naturalmente il tentativo è stato coronato da spettacolare insuccesso. A questo punto è una sfida: ce la farò a comporre un haiku come si deve?

Annunci