Blur /1

Visto che sono entrata in una fase di ritorno al britpop – nostalgia canaglia – mi pare equo postare anche una canzone dei Blur. Perché adoravo gli Oasis, ma amavo pure i Blur.
Far Out ha avuto un destino particolare, perché non è mai uscita come singolo ma è stata rimaneggiata almeno due volte. La mia versione preferita è la prima, contenuta nell’album Parklife del 1994, cantata da Alex James invece che da Damon Albarn.

Oasis /3

Gita nel viale dei ricordi agli anni Novanta, quando una gruppetto di ragazzi incazzati col mondo avrebbe messo su un gruppo rock e urlato la sua rabbia (o qualsiasi altra cosa) a tempo di musica in un microfono. Oggigiorno magari aprirebbero una pagina facebook e convoglierebbero la loro rabbia lì. Il tempo passa, i tempi cambiano.
Roll with it uscì come singolo dell’album (What’s the Story) Morning Glory? nell’inspiegabilmente ormai lontano 1995.

A Lucky Day (운수 좋은 날)

A lucky day(운수 좋은 날)Ancora un classico della letteratura coreana in edizione bilingue che ho trovato in biblioteca. La scoperta di questa collana è stata proprio un raro regalo del caso. Devo cercare di leggerne il più possibile fintanto che posso accedere alla biblioteca.
Quello della fortuna, o meglio il destino cinico e baro, è un tema cardine della poetica di Hyŏn Chin-gŏn, autore ventiquattrenne di questo racconto breve di miseria e malasorte.
Per l’occasione ho fatto un esperimento di adattamento fumettoso della storia. ^_^

Lucky day_scan-900x1350versione2

Continua a leggere

Kanji e haiku

201704haiku-scan550x400var

Una mattina di agosto ho aperto un libro di kanji ed ho iniziato a studiarli, imparando lettura, ordine dei tratti e parole composte. Carattere dopo carattere, finalmente alla fine di aprile di quest’anno ho completato tutta la jōyō list (1942 caratteri essenziali). Dal primo kanji (一, “uno”) all’ultimo (璽, “sigillo imperiale”) mi ci sono voluti quasi otto anni. Una gran mole di tempo e di energie. Ho provato una certa soddisfazione,  curiosamente scaturita, più che dal traguardo raggiunto, dalle possibilità di lettura che una cassetta degli attrezzi come la jōyō list dischiude. 😊
Una delle prime cose che ho fatto è stata condividere la mia contentezza con un amico e Gran Maestro di Kanji (qui in versione Kaonashi). Ho provato anche a comporre un haiku celebrativo demenziale. Naturalmente il tentativo è stato coronato da spettacolare insuccesso. A questo punto è una sfida: ce la farò a comporre un haiku come si deve?

Aprile 2017

Libri del mese:
HYŏN Chin’gŏn, A Lucky Day (운수 좋은 날), Asia publishers (Bi-lingual Edition Modern Korean Literature #87)
Inter-University Center for Japanese Language Studies (acd NISHIGUCHI Koichi e KONO Tamaki), Kanji in context [ Workbook Vol. 2 ] ―中・上級学習者のための漢字と語彙, The Japan Times
KIM Namch’ŏn, Barley (맥), Asia publishers (Bi-lingual Edition Modern Korean Literature #104)
Zadie SMITH, Cambiare idea, Minimum Fax

Fumetti del mese:
ZEROCALCARE, Dimentica il mio nome, Bao Publishing » ★★★★☆
TAKEUCHI Naoko, Maria, Kodansha (1 volume) » ★☆☆☆☆
TAKEUCHI Naoko, Prism Time, Kodansha (2 volumi) » ★☆☆☆☆
MOTOMI Kyousuke, QQ Sweeper, Flashbook » ★★★☆☆
YAMAMORI Mika, Tsubaki-chou Lonely Planet, Margaret, Shueisha (voll. 1-6) » ★★★★☆
HIKAWA Kyouko, Chotto Friday, Hana to Yume, Hakusensha (1 volume) » ★★★☆☆
HIKAWA Kyouko, Hoshi no Harmony, Hana to Yume, Hakusensha (1 volume) » ★★★☆☆
HINO Matsuri, Merupuri, Hana to Yume, Hakusensha (4 volumi) » ★★☆☆☆
TAMURA Yumi, Basara, Flower Comics, Shōgakkan (voll. 2/27) » ★★★☆☆

Musica del mese:
Angelo Branduardi ❤
Madonna, You’ll see
Sigle e OST di Sailor Moon
Kraftwerk, Trans-Europe Express

Film del mese:
KIM Hyun-seok, Cyrano Agency (시라노; 연애조작단; Sirano; yeonae jojakdan; Corea del Sud, 2010)² (Non è che sia la fine del mondo come film, ho dovuto rivederlo per l’università.)
CHOI Dong-hoon, Assassination (암살; Amsal; Corea del Sud, 2015)

TV del mese:
Gazebo (Rai3)
Have I got news for you (BBC One)
Real Time with Bill Mayer (HBO)
Last Week Tonight with John Oliver (HBO)
Late Night with Seth Meyers (NBC)
The Late Show with Stephen Colbert (CBS)
The Plantagenets (3 episodi; UK, BBC Two, 2014)

Il viaggiatore dell’Arkansas

The Arkansas Traveler 🎻 2nd South Carolina String Band

Un altro brano che compare ne La piccola casa nei grandi boschi di Laura Ingalls Wilder. Questa volta si tratta di un pezzo suonato da Pa durante un ballo a casa dei nonni, sul quale Nonna e zio George si sfidano all’ultimo passo di danza.
Un altro angolo d’Irlanda incuneato nei boschi del Wisconsin.

rabbit-1-smiley-052