Gli elisir del diavolo

Elisir del diavoloQuando Hoffmann pubblicò Gli elisir del diavolo, monaci rinnegati scorrazzavano già nella letteratura gotica europea, turbando le lettrici con i loro desideri illeciti e l’oscuro commercio con il soprannaturale. Erano personaggi oscuri e misteriosi, certo, ma integri. Medardus, il protagonista de Gli elisir, invece perde un pezzo di se stesso ad ogni azione diabolica che compie, e finisce con lo smarrirsi nel labirinto della sua mente.
Per questo l’ho trovato più inquietante di qualsiasi gotico che mi sia capitato in mano: perché non c’è bisogno dell’intervento del soprannaturale per subire una dissociazione, perdere la presa sull’identità della propria mente. Continua a leggere

Annunci

Abbiamo sempre vissuto nel castello

Abbiamo sempre vissuto nel castello_300x190Ho deciso di dedicare tutto il mese di ottobre all’orrore, all’inquietudine, ed al soprannaturale, e non c’è modo migliore di inaugurarlo che parlando di Shirley Jackson. Non so spiegarmi perché per decenni sia a malapena comparsa sui radar italiani. Davvero, non me lo spiego. Forse perché le sue opere – autentica letteratura dell’incubo – sfuggono alle classificazioni, troppo disturbanti per la letteratura cosiddetta seria e troppo raffinate per la narrativa commerciale di genere?
Questo è il caso anche di Abbiamo sempre vissuto nel castello, breve romanzo splendido e inquietante uscito per la prima volta in Italia nel 1990 e di recente riproposto da Adelphi, che sta meritoriamente ripubblicando le opere principali di quest’autrice americana.
Continua a leggere

Settembre 2018

Libri del mese:
Carlo COTTARELLI, Il macigno. Perché il debito pubblico ci schiaccia e come si fa a liberarsene, Feltrinelli
Paolo FERRERO, La truffa del debito pubblico. Come finanziare gli speculatori con i soldi dei cittadini facendoli anche sentire in colpa, DeriveApprodi
Demetrio VOLCIC, 1968. L’autunno di Praga, Sellerio
Mia COUTO, La confessione della leonessa, Sellerio
Emma ORCZY, La Primula Rossa (Le avventure della Primula Rossa #1), Fazi
Matt SIMON, La vespa che fece il lavaggio del cervello al bruco. Le più bizzarre soluzioni evolutive ai problemi della vita, Cortina

Libri donati:
Cormac McCARTHY, Cavalli selvaggi, Einaudi
Cormac McCARTHY, Oltre il confine, Einaudi
Cormac McCARTHY, Città della pianura, Einaudi
Perché ci sono dei libri che voglio comprare e devo pur fare spazio.

Fumetti del mese:
SŌRYŌ Fuyumi, Maria Antonietta. La gioventù dì una regina, Star Comics
Toni BRUNO, Da quassù la Terra è bellissima, Bao Publishing

Musica del mese:
KPop e Mandopop misto senza criterio

Film del mese:
Fritz LANG, M: Il mostro di Düsseldorf (M – Eine Stadt sucht einen Mörder, Germania, 1931)

I viaggi di una T-shirt nell’economia globale

Viaggi di una T-shirtChe siate critici della globalizzazione o suoi entusiastici sostenitori, che riteniate che la crescente integrazione economica dell’economia mondiale sia una fucina di opportunità o all’origine di un più intenso sfruttamento dei lavoratori, I viaggi di una T-shirt nell’economia globale non può non catturare il vostro interesse, perché parte precisamente da questa domanda sulla natura e sugli effetti della globalizzazione. In cerca di una risposta, Pietra Rivoli prende un oggetto che fa parte della vita quotidiana di tutti, la t-shirt, e ne ricostruisce l’intero ciclo economico, partendo dalla coltivazione del cotone arrivando fino al mercato dell’usato. La sua ricerca è ricca di sorprese, e la sua conclusione è parimenti interessante: secondo Rivoli, infatti, il mercato sarebbe sopravvalutato tanto dai suoi sostenitori quanto dai suoi detrattori. In che modo? Continua a leggere

Sei buone ragioni per (ri)leggere La Certosa di Parma

Certosa di ParmaHo un problema: possiedo troppi libri. È stato scioccante anche solo formulare questo pensiero, ma è proprio così. Quando ho messo in ordine la libreria tirando fuori i libri dagli scatoloni e spolverando a fondo gli scaffali, mi ci sono voluti giorni e giorni. Non ho lo spazio fisico nemmeno per un foglio. Così ho adottato un criterio di ordine radicale: per ogni libro che entra, un altro deve uscire.
Ora, ci sono un paio di volumi a cui sto puntando perciò devo radiare qualcosa. La Certosa di Parma è entrato quasi subito nella rosa dei libri in uscita perché era uno dei romanzi al quale ero meno affezionata: letto con scarsissimo entusiasmo al ginnasio, mi aveva lasciato solo un blando ricordo del protagonista Fabrizio – un predicatore piagnone al ritorno da una scampagnata a Waterloo.
Mi sono dovuta in parte ricredere. Il romanzo mi ha rapita, accidenti a lui. E mentre giravo una pagina dietro l’altra continuavo a chiedermi: perché? Perché ne vale la pena? Perché è considerato un classico?
Continua a leggere

Agosto 2018

Libri del mese:
STENDHAL, La Certosa di Parma, Mondadori²
Renato BRUNI, Erba volant. Imparare l’innovazione dalle piante, Codice Edizioni
Shirley JACKSON, Abbiamo sempre vissuto nel castello, Adelphi
Bruno BERNI (acd), Fiabe svedesi, Iperborea
E.T.A. HOFFMANN, Gli elisir del diavolo, L’Ombra
William SHAKESPEARE, Misura per misura, Marsilio
NGUYÊN Huy Thiêp, Il sale della foresta. Racconti vietnamiti, ObarraO

Fumetti del mese:
YOSHINO Sakumi, Shōnen wa kōya wo mezasu (vol. 1 di 4), Shūeisha >> 吉野朔美『少年は荒野をめざす』集英社
Bill WATTERSON, C’è qualcosa che sbava sotto il letto. Calvin e Hobbes, Comix

Musica del mese:
Metallica
Duran Duran
City Hunter ost
Hokuto no Ken ost

Film del mese:
KUROSAWA Akira, La fortezza nascosta (隠し砦の三悪人, Giappone, 1958)
ZHANG Yimou, Hero (英雄, Cina PRC, 2002)
Alfred HITCHCOCK, L’uomo che sapeva troppo (The man who knew too much, Stati Uniti, 1956)
YONEBAYASHI Hiromasa, Quando c’era Marnie (思い出のマーニー, Giappone, 2014)
Joseph L. MANKIEWICZ, Eva contro Eva (All About Eve, Stati Uniti, 1950)

TV del mese:
Lawless Lawyer (무법변호사, tvN, Corea del Sud, 2018)